Chi sono

Sono nata vicino a Pisa. Ho una laurea magistrale in Letterature e Filologie Europee e una specializzazione in didattica dell’italiano a stranieri, ma nulla di tutto questo è diventata la mia professione.

Sono una millennial, quindi sempre troppo giovane o troppo vecchia per qualunque cosa. Ho lavorato come segretaria, commessa, correttrice di bozze, impaginatrice, designer di libri digitali, libraia, specialista del digital marketing. Come a molti della mia generazione, tra le remunerazioni che ho ricevuto ci sono stati sorrisi, complimenti, “ti pago in visibilità”, “lo metti nel curriculum”, “prima di tutto dovrebbe essere per passione”, “dovresti pagarci tu per farti lavorare”. Ho partecipato a programmi di sviluppo di soft skills e spirito di squadra. Ho sperimentato l’iperlavoro e il demansionamento. Ho numerosi hobby che coltivo al di fuori dell’attività che mi dà da mangiare. 

Leggo moltissimo. Le storie mi accompagnano, mi offrono un rifugio, mi curano. Amo la narrativa fantastica. Se poi è anche perturbante, sono al settimo cielo.
Ho pubblicato racconti su antologie, tra cui: Human. Corpi ibridi e mutanti nell’universo del possibile, W.o.W. Women of weird, Prisma 2, tutti e tre di Moscabianca Edizioni; Distòpia di Urania Mondadori; Atterraggio in Italia per Delos Digital; Ipotesi per Fibonacci di Comma 22; Freetaly di Future Fiction. Una mia storia è uscita nella collana Strane Visioni di Edizioni Hypnos.
Alcune mie storie sono apparse anche sulle riviste Malgrado le mosche, Donne difettose, Nabu.
Un elenco quasi completo delle cose che faccio è qui.

Faccio parte della redazione di Specularia, una rivista online di speculative fiction.

Vivo con mio marito e quattro gatti.

Nel 2024 esce Giorni al neon, la mia prima raccolta di racconti. Il tema principale è il lavoro, con molte virate verso il fantastico.

linda de santi pellicola